[gtranslate] KATE MIDDLETON PER IL SUO GUARDAROBA NEL 2023 HA RISPARMIATO 47.163 DOLLARI - WHAT-U

Kate Middleton nel 2023 ha sfoggiato una serie di look straordinari, dai nuovi jeans al suo abito personalizzato per l’incoronazione. Ma pur avendo implementato con nuovi outfits, – 37 in meno rispetto allo scorso anno – il suo guardaroba, secondo quanto riporta Page Six avrebbe speso in totale solo 72.433 dollari, esborso che comprenderebbe anche gli accessori. In soldoni, 47.163 dollari in meno rispetto all’anno precedente quando la spesa invece ammontava a 119.596 dollari. Chapeau! per la Principessa del Galles, se si tiene conto anche del fatto che Kate, ha ampliato i suoi impegni reali nel 2023, facendo ben 123 apparizioni pubbliche contro le sole 90 dell’anno scorso, secondo The Telegraph .

Quali gli abiti più costosi che ha sfoggiato? Un abito da sera di Jenny Packham da 3.820 dollari e un set di gonne Erdem retrò glam da 4.191 dollari. Poi il suo splendido abito per l’incoronazione di Alexander McQueen e l’abito verde brillante Trooping the Colour realizzati entrambi su misura per lei (per questi il prezzo resta ancora top secret). Va dettoperò che la principessa del Galles però non ha disdegnato le mises più convenienti. Optando per i jeans The Dazzler di Mother (228 dollari) e i blazer di Zara da meno di 100 dollari.

La creatrice del popolare account Instagram Royal Fashion Police (che ha voluto restare anonima) ha detto a Page Six Style che crede che “la diminuzione dei costi del guardaroba di Kate quest’anno sia principalmente attribuita al fatto che sia lei sia William non hanno mai dovuto partecipare a viaggi ufficiali all’estero. Tuttavia, la Royal Fashion Police ha aggiunto che “la percentuale media di riutilizzi della principessa, sebbene migliorata, resta relativamente bassa rispetto a quella degli altri reali”. Come per esempio la regina Maxima dei Paesi Bassi, la regina Letizia di Spagna e la principessa ereditaria Mary di Danimarca che hanno optato molto più frequentemente sul riciclo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!

Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR)

Realizzazione: What-u Need to know what-u@what-u.com

DISCLAMER - PRIVACY